Jesi 28 Maggio 2015

Pop Up!

Sono trascorsi cinque anni ma ora è tempo di dare di nuovo il benvenuto al Pop Up! Festival, nato da un progetto di MAC – Manifestazioni Artistiche Contemporanee in Ancona nel 2008. La novità è la location: non più solo Ancona ma soprattutto l’entroterra, i Colli Esini Frasassi. In un cortocircuito “urban” fatto di stazioni ferroviarie fatiscenti e aziende agricole.  l Pop Up! Festival ha anche lo scopo di sensibilizzare i partecipanti nei confronti dell’ambiente naturale. Oltre alle ferrovie e alle aziende, si illuminano di graffito gli scafi dei pescherecci e le colline, dal 29 maggio al 1° giugno, una kermesse di installazioni, mostre, laboratori artistici, degustazioni, dj session e happening. Oltre cinquanta tra enti pubblici e privati, associazioni, sponsor e partner.

Il topic che tiene unito l’evento è il Paradiso: il progetto coinvolge le stazioni ferroviarie di Fabriano, Genga, Serra San Quirico, Castelplanio, Castelbellino, Jesi con muri di 3ttman (FR), Never2501 e Basik (ITA), Turbosafary (ITA), Gio Pistone e Nicola Alessandrini (ITA) e Allegra Corbo (ITA), oltre alla mostra RiFatto. Abbandono, degrado ed ecomostri sono il nuovo pane della Urban Art. Un tempo luoghi di scambi economici e culturali, di incontri, di collegamento tra una Regione attivissima sull’Adriatico e Roma, le stazioni sono oggi semideserte. La festa finale del festival avrà luogo alla Cava Mancini di Arcevia, dismessa, sotto le montagne del Parco regionale della Gola della Rossa Frasassi, dove lo street artist californiano Zio Ziegler (USA) – con i dj Populous e Bottin – accorpa natura e lavoro industriale.

Fonte
 
banner_creativita_urbana
banner dothewriting