Poggibonsi 01 Ottobre 2019

Ri-conoscere l’ambiente

Oltre centocinquanta studenti e studentesse hanno partecipato, oggi 1° ottobre a Poggibonsi, all’inaugurazione dell’evento di street art per l’ambiente che ha aperto il progetto “Ri-conosciamo l’Ambiente” promosso da "Sienambiente".

Con gli studenti, quattro classi della scuola secondaria di primo grado del primo e secondo comprensivo e due della scuola secondaria di secondo grado (IIS Roncalli), il presidente di Sienambiente Alessandro Fabbrini, il sindaco David Bussagli e l’artista Martoz che ha dipinto i due murales posizionati uno al sottopasso largo Gramsci-largo Bellucci (dove si è svolta l’inaugurazione) e l’altro al termovalorizzatore dei Foci.


Con i due murales inaugurati oggi abbiamo voluto raccontare il ruolo di Sienambiente utilizzando un linguaggio come la street art molto vicino ai giovani – ha spiegato Alessandro Fabbrini, presidente di Sienambiente – Il murale di Largo Gramsci vuole rappresentare il percorso di gestione dei rifiuti reso possibile dai nostri impianti che riciclano e recuperano energia mettendo in atto a una parte fondamentale dell’economia circolare, cui dobbiamo aspirare. L’opera realizzata al termovalorizzatore, che è parte integrante del racconto del primo murale, descrive la funzione dell’impianto e sarà utilizzato anche nel corso delle visite delle scolaresche per semplificare la spiegazione di alcuni concetti complessi. Voglio ringraziare il Comune di Poggibonsi che ha dato un supporto fondamentale per la realizzazione e l’organizzazione di questa giornata e l’artista Martoz per l’originalità, la passione e la disponibilità nello sforzo di avvicinare il linguaggio artistico alla green economy.”

Un’azione che si inserisce nel solco di quegli impegni di sostenibilità che rappresentano un principio cardine della nostra azione di governo – dice il sindaco Bussagli - Impegni che devono essere trasformati in azioni in chiave di mobilità, di sostenibilità nelle imprese, di investimenti pubblici, di sistema di raccolta e tanto altro. C’è la necessità di accompagnare questo percorso con linguaggi nuovi e con una forte assunzione di responsabilità da parte di tutti noi. Una discussione ampia e che va avanti. Grazie alle scuole per quanto stanno facendo e per quanto faranno e faremo insieme. Grazie a Martoz e a Sienambiente anche per questo contributo originale alla riflessione in corso”.

Dopo i saluti e la riflessione di Martoz le classi di scuola media hanno visitato il termovalorizzatore dei Foci, sede del secondo murale.

Fonte 


banner_creativita_urbana
banner dothewriting