Roma 05 Ottobre 2015

Forgotten Project

''Forgotten Project'' è un progetto urbano che mira a porre in luce alcuni edifici della città di Roma che negli anni, a causa di fattori legati alla inevitabile espansione della città stessa, al cambiamento delle abitudini dei cittadini, sono stati in qualche modo dimenticati o rischiano di esserlo e prospettano un futuro piuttosto incerto. Il progetto vede il coinvolgimento di cinque artisti dell’arte urbana portoghese, molto apprezzata negli ultimi anni in Europa e nel mondo, invitati per la prima volta a realizzare opere murali nella città di Roma, ciascuno con la propria personalissima tecnica.
 
È in Piazza della Marina il primo intervento urbano del progetto ''Forgotten'' che mira a mettere in luce alcuni edifici centrali della città di Roma che negli anni, a causa di diversi fattori, sono stati in qualche modo dimenticati o rischiano di esserlo. Il progetto vede il coinvolgimento di cinque artisti della scena portoghese, molto apprezzata negli ultimi anni in Europa e nel Mondo, invitati per la prima volta a Roma per realizzare opere urbane, ciascuno con la propria personalissima tecnica.
L’edificio oggetto dell’intervento, concluso la scorsa settimana, fa parte di un’area (ex-SIAR) in dismissione da diversi anni, con numerose proposte di intervento e vari concorsi al seguito, ma di fatto inattiva da vent’anni, a due passi da Piazza del Popolo.
 
Il primo artista invitato è Diogo Machado, in arte Add Fuel, che con l’opera ''This Connection'', costruisce un dialogo, in un gioco dicotomico, tra la tradizionale ceramica portoghese azulejos e le medievali cosmatesche nostrane. L’illusione della materia è, e rimane, uno degli aspetti più peculiari del lavoro dell’artista. La tecnica dello stencil per evocare la ceramica e la bomboletta per i poster, gli permettono di ottenere una stratificazione d’insieme, per ricordare allo spettatore/cittadino cos’era quel muro prima che l’arte intervenisse e ne modificasse lo scenario urbano.
 
Altri artisti: Draw, Eime, BordaloII e Maismenos.
 
Progetto a cura di Alessandra Arpino e Hugo Dias. In collaborazione con: Ambasciata del Portogallo in Italia, Assessorato alla Cultura del Comune di Roma, Casa dell’Architettura di Roma e lstituto Portoghese di Sant’Antonio in Roma.
 

banner_creativita_urbana
banner dothewriting