Bologna 29 Maggio 2014

Studenti-writer dipingono scuola: è il primo atto del festival JamBo

Street art per riqualificare il centro urbano. Domani, 29 maggio, gli studenti della scuola media Besta, quartiere San Donato, si danno appuntamento con bombolette e spray per disegnare un enorme graffito di 10x10 metri che ricoprirà un’intera parete dell’istituto. Saranno i writer del collettivo Dado a guidare gli studenti nell’opera, che si concluderà il 5 giugno, alla vigilia di The JamBo, il festival di freestyle che si terrà in fiera dal 6 all’8 giugno. Il graffito sulle scuole Besta sarà infatti intitolato “The JamBo Style”, e fa parte di un progetto organizzato in occasione della seconda edizione della rassegna. "Il coinvolgimento di ragazzi e insegnanti della lancia un messaggio educativo – dice Simone Borsari, presidente del quartiere San Donato –: l’arte di strada serve ad abbellire e a trasmettere valori positivi, non a imbrattare".

E il JamBo quest’anno punta forte sui giovani, come testimonia un prezzo più popolare (15 euro per l’intera giornata, concerti inclusi, contro i biglietti da 40 euro in su dell’edizione 2013), orari anticipati (il live chiudono a mezzanotte, l’anno scorso si suonava fin dopo le 3), e la scelta di puntare forte sull’hip-hop, il genere musicale più in voga tra le nuove generazioni. Un urban park anche per famiglie, con la formula “Partecipa, prova, divertit”, che inviterà tutti, anche i più piccoli, a provare a cimentarsi nella disciplina freestyle preferita, guidati da esperti e campioni. La seconda edizione del festival si terrà tutta negli 80mila metri quadrati dell’Area 48 della fiera, all’aperto, più tre padiglioni che ospiteranno alcune delle performance. Oltre 300 atleti si sfideranno e si esibiranno nelle battle di skateboard, BMX, mountain-bike, frisbee, parkour, Criterium (bici a scatto fisso), street dance, street e pop art.

A sera, poi, tocca al programma musicale del JamBo, sul palco esterno, col fiore all’occhiello rappresentato dai Public Enemy, mostri sacri dell’hip hop americano, che apriranno la rassegna il 6 giugno. Prima di loro Rocco Hunt, uno dei rapper italiani più in vista del momento, passato dai palchi underground a Sanremo. Non ci saranno gli annunciati De La Soul e Costantino: entrambi hanno cancellato i concerti di
inizio giugno per impegni televisivi. Sabato 7 giugno tocca allora a Naughty by Nature, Frankie Hi Nrg Mc e Noyz Narcos. Infine, domenica 8 sarà il momento dell’Italian Street Jam, contest per rap freestyler e hip hop, cui parteciperanno anche il bolognese Inoki e gli Assalti Frontali.

Fonte
banner_creativita_urbana
banner dothewriting