Airola 19 Settembre 2013

In Wall We Trust

Si chiama “In wall we trust”, ed è una mostra internazionale dell’arte di strada, festival organizzato dall’ associazione onlus Textures, giunto quest’anno alla sua terza edizione. Location della manifestazione, Palazzo Montevergine lungo Corso Matteotti. «Lo scopo della manifestazione – spiegano gli organizzatori – è quello di dare voce alle tendenze più attuali e meno accademiche dell’arte, un viaggio attraverso il mondo della street art per scoprire forme innovative e in continua evoluzione della comunicazione». Nei giorni scorsi a San Martino c’è stato “l’antipasto” della manifestazione, ed è stato subito un successo. L’idea del festival dedicato esclusivamente alla street art viene «dal profondo interesse per una forma d’arte che permette di dare libero sfogo all’espressione, spesso riuscendo dove l’arte rinchiusa nei musei fallisce: la condivisione di tale espressione con tutti, grazie alla facilità d’uso e gli argomenti trattati. Ma la passione per l’arte di strada – si legge nel comunicato di Textures – è anche legata alla capacità che ha di creare un vero e proprio ponte tra le culture, un unione che va al di là del nazionalismo, della politica e della religione, un contenitore spirituale in cui migliaia di giovani danno il loro contributo a superare le divisioni e l’intolleranza». Insomma, un programma ed un progetto ambiziosi e di qualità. Le prime due edizioni del festival sono state un vero successo in termini di adesione, giunte da tutto il mondo. Quest’anno i promotori hanno scelto lo stesso formato: coinvolgere artisti di tutte le nazionalità che offrono volontariamente le loro opere, adesivi e manifesti, che saranno esposti durante la manifestazione. L’intento è anche quello di «dare a tutti l’opportunità di partecipare alla mostra, mostrando che l’espressione e la comunicazione non possono essere limitati o confinati in alcun modo, ma sono una forza dirompente in grado di invadere le pareti e le coscienze». La mostra sarà inoltre arricchita dalla performance di live painting, concerti e dj set, il tutto in linea con il mondo della street art. Un evento, insomma, davvero “totale”. E da non perdere.



banner_creativita_urbana
banner dothewriting